PTFE

PTFE: E' il capostipite della famiglia dei fluoropolimeri la cui formula chimica è: politetrafluoroetilene che per brevità usasi indicare come PTFE.
Questo fluoropolimero fornisce rivestimenti antifrizione le cui superfici hanno caratteristiche di antiaderenza "no stick" molto alte ed un basso coefficiente di frizione. Può essere usato continuamente a 300° C e, ad intermittenza, fino a 315° C. Il suo uso principale è nel campo industriale con una vastissima gamma di applicazioni: nell'industria alimentare, nell'industria tessile, nell'industria della gomma e materie plastiche, nell'industria automobilistica, della carta e delle macchine per imballaggio. Nell'industria chimica il PTFE trova scarse applicazioni, limitate dalla permeabilità della pellicola, sia per il basso spessore (35/40 micron) sia per la formazione sinterizzata.

 Sono una famiglia di fluoropolimeri a base di PTFE (politetrafluoroetilene) combinato con appropriate resine o agenti modificanti, per aumentare la resistenza all' abrasione. Poichè i componenti del film si stratificano, durante la cottura, il film si trattiene la maggior parte della proprietà del fluropolimero (come il basso coefficiente di frizione ed il carattere di antiaderenza): la resistenza all'abrasione è eccellente. I requisiti di resistenza alla temperatura variano da 125° C a 230° C. Questi prodotti sono ad un solo strato e possono spesso essere applicati a materiale liscio, pulito e non trattato.